Nato a Belluno il 12 aprile 1957, Maurizio Fistarol ha frequentato il Liceo Scientifico a Belluno e si è laureato con lode in Giurisprudenza a Bologna. E’ avvocato.

Nel 1983 entra nel consiglio comunale di Belluno e, all’ inizio degli anni Novanta, è tra i promotori nel Veneto e a livello nazionale dei comitati referendari di Mario Segni per la riforma della legge elettorale in senso maggioritario. Nel 1993 è il primo sindaco di Belluno ad essere eletto direttamente dai cittadini, superando al ballottaggio il candidato della Lega Nord. A metà degli anni Novanta è tra i protagonisti del Movimento dei sindaci del Nordest. Nel 1997 viene rieletto sindaco al primo turno con il 66, 2% dei voti.

Un anno più tardi Fistarol è uno dei dieci promotori del movimento “Centocittà” con Francesco Rutelli e Massimo Cacciari, tra gli altri. Nel gennaio del 2001 è uno dei 18 sindaci e presidenti di Regione che promuovono la proposta di legge per il Senato federale e per la riduzione del numero dei parlamentari da 945 a 500. Il suo secondo e ultimo mandato di sindaco a Belluno si è concluso il 15 marzo 2001.

Il 13 maggio 2001 è stato eletto alla Camera dei Deputati nella lista La Margherita – Democrazia è Libertà. Il 10 aprile 2006 viene rieletto alla Camera nella lista dell’Ulivo e il 13 aprile 2008 al Senato nella lista del Partito Democratico per la circoscrizione del Veneto. Il 13 dicembre 2010 ha aderito al Gruppo Misto.

E’ componente dell’8° Commissione permanente – Lavori pubblici, comunicazioni. E’ Vice-presidente della Commissione contenziosa del Senato. E’ uno dei 12 promotori del movimento Verso Nord – Un’Italia più vicina all’Europa.

E’ autore di: “Gli organi del potere. Prospettive giuridiche e istituzionali in Carl Schmitt”, “Un vero compromesso per le riforme”, “Tra globalizzazione e radicamento”, “La necessità della trasformazione federale dello Stato” e “Fare impresa nel terzo millennio”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *